ELEZIONI 25 SETTEMBRE 2022 ESERCIZIO DEL VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DOMICILIARE O IN CONDIZIONI DI QUARANTENA PER COVID-19

COMUNE DI VILLALFONSINA

 

PROVINCIA DI CHIETI

 

 

 

 

ESERCIZIO del VOTO a DOMICILIO
PER ELETTORI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DOMICILIARE

O IN CONDIZIONI DI QUARANTENA PER COVID-19

 

 

 

Il Sindaco

rende noto

che gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena per Covid-19, che non possono lasciare l'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto per la consultazione elettorale del 25 settembre 2022 nella predetta dimora. Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, tra il 15 settembre 2022 ed il 20 settembre 2022, una dichiarazione, anche per via telematica, in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano, indicandone l'indirizzo completo. Alla dichiarazione deve essere allegato un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’Azienda Sanitaria Locale, in data non anteriore all’11 settembre 2022, che attesti, in capo all'elettore, l’esistenza delle condizioni di trattamento domiciliare o condizioni di quarantena per Covid-19.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al servizio elettorale del Comune.

 

 

Villalfonsina, lì 14.09.2022

 

 

                                                                                    IL SINDACO                                                                                           MIMMO BUDANO

clicca qui per scaricare il modello di domanda

 

clicca qui per scaricare il certificato medico

*Bonus Trasporti Decreto Aiuti 2022.*

????IL COMUNE INFORMA:
*Bonus Trasporti Decreto Aiuti 2022.*
✅ _Chi può beneficiare e misura del buono_
???? Possono beneficiare del buono le persone fisiche che, nell'anno 2021, hanno
conseguito un reddito complessivo non superiore a € 35.000.
???? Il buono è pari al 100% della spesa da sostenere ed è riconosciuto, comunque,
nel limite massimo di valore in misura pari a € 60 per ciascun beneficiario per
l'acquisto, effettuato entro il 31 dicembre 2022, di un solo abbonamento, annuale,
mensile, o relativo a più mensilità, per i servizi di trasporto pubblico locale,
regionale e interregionale ovvero per i servizi di trasporto ferroviario
nazionale, con esclusione dei servizi di prima classe, executive, business, club
executive, salotto, premium, working area e business salottino.
???? Il buono è personale e utilizzabile una sola volta, non è cedibile, non
costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del computo
del valore dell'indicatore della situazione economica equivalente. Resta ferma
la detrazione prevista dall'articolo 15, comma 1, lettera i-decies), del testo unico
delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22
dicembre 1986, n. 917, sulla spesa ulteriore, rispetto all'ammontare del buono,
che sia stata sostenuta dal beneficiario per l'acquisto dell'abbonamento.
Modalità di presentazione della domanda
???? Se ai fini del riconoscimento del beneficio, il soggetto interessato presenta
istanza entro 31 dicembre 2022 a titolo personale o per conto di un minore,
effettuando l'accesso e la registrazione sul Portale dedicato
"www.bonustrasporti.lavoro.gov.it" del Ministero del lavoro e delle politiche sociali,
di seguito Porta
???? L'identità dei beneficiari è accertata attraverso SPID, ovvero tramite carta
d'identità elettronica. A tal fine, gli interessati, qualora non ne siano già in possesso, richiedono l'attribuzione dell'identità digitale, ai sensi del decreto del
Presidente del Consiglio dei ministri del 24 ottobre 2014.
???? All'atto della registrazione, il beneficiario fornisce le necessarie dichiarazioni
sostitutive di autocertificazione, rilasciate ai sensi dell'art. 47 del decreto del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, con riguardo alle seguenti
informazioni:
a) nome, cognome, codice fiscale del beneficiario;
b) nel caso in cui il beneficiario sia minore, il richiedente, assieme al proprio codice
fiscale, deve anche attestare che il minore sia fiscalmente a suo carico;
c) reddito complessivo del beneficiario conseguito nell'anno di imposta 2021 non
superiore a € 35.000. Nel caso in cui il beneficiario sia minore, tale requisito deve
sussistere in relazione al minore beneficiario del buono, a prescindere dal reddito del
richiedente.
_Utilizzo del buono e monitoraggio dell'intervento_
4. L'istanza di cui al comma 1 deve anche contenere l'importo del buono richiesto a
fronte della spesa prevista, non superiore in ogni caso a € 60 per ciascun
beneficiario, anche se minore fiscalmente a carico, e l'indicazione del gestore del
servizio di trasporto pubblico selezionato dal menù a tendina presente sul portale.
???? Ai fini della sottoscrizione dell'abbonamento, il soggetto beneficiario
presenta al gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato il buono
ottenuto dal portale secondo le specifiche del decreto. Il gestore del
servizio di trasporto pubblico accede al portale del Ministero del lavoro e
delle politiche sociali e verifica che il buono sia completo degli elementi
previsti, temporalmente valido, e non sia stato già utilizzato.

P.IVA/CF IT 00240830695 | Centralino (+39)0873900280 | Fax (+39)0873909063 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

joomla template

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.